Daniele Oppi, nato il 9 febbraio 1932, è stato Presidente della Cooperativa Raccolto dalla fondazione, nel 1991, sino al 25 febbraio 2006 data della sua scomparsa.

Artista originalissimo, è stato personalità di spicco nello sviluppo della cultura italiana del secondo dopoguerra, sia come intellettuale che come professionista della comunicazione. Molte sue opere pittoriche sono in alcune tra le più ricche e attente collezioni europee e americane.

Tra i tanti riconoscimenti ricordiamo che nel 2002 il Comune di Milano gli ha assegnato la Medaglia d'Oro di Benemerenza Civica
(Ambrogino d'Oro) con questa motivazione:

“Una vita dedicata e vissuta in nome dell’arte. Uno spirito libero e trasgressivo quello di Daniele Oppi, indomito nel suo istinto creativo che lo ha condotto, sempre ai massimi livelli, dalla pubblicità all’arte. Sue alcune delle campagne pubblicitarie più importanti degli anni sessanta, sue le iniziative artistiche milanesi più d’avanguardia. Lungo il Naviglio Grande, alla ormai celebre Cascina del Guado, ha saputo creare un fervente cenacolo culturale e artistico, volto alla ricerca e all’approfondimento delle nuove forme espressive”.

Il Sindaco - Gabriele Albertini - 7 dicembre 2002



Lunedì 29 maggio 2006
l'Umanitaria ha dedicato una serata
a Daniele Oppi nel Salone degli affreschi
a Milano in via daverio 7

Daniele Oppi in una foto
di Liberto Perugi
 
 
 
 
 
 

"Dentro di noi ci sono cose che vengono segnate da ciò che succede fuori di noi. E' difficile descriverle, e noi molte volte facciamo in modo che gli altri non le vedano. Noi siamo ricchi di queste cose, e prima o poi sono loro che costruiscono noi stessi.
Io le rappresento, le mostro. Le mie e quelle degli altri, nel modo che so, nel modo figurativo".


www.danieleoppi.com

Cooperativa Raccolto
 
contatti
home