Cooperativa Raccolto
 
contatti
home

Daniele Oppi

La scomparsa dell'artista comunicatore fondatore della Cooperativa Il Guado


da Azione Cooperativa N° 1 e 2 2006
Rivista trimestrale della Lega Regionale Cooperative e Mutue della Lombardia.
Per informazioni sulla pubblicazione:

Idanna Matteotti - Ufficio Comunicazione
Legacoop Lombardia
tel. 02/28456208
fax 02/28456276
comunicazione@lombardia.legacoop.it



II 25 febbraio di quest'anno è scomparso Daniele Oppi, una delle figure più interessanti della cultura italiana del secondo dopoguerra. Artista a tutto tondo fu pittore, pubblicitario, poeta, docente, editore, cooperatore.
Nato nel 1932 a Milano, frequenta il Parini e studia lettere antiche all'università. Si iscrive alla prima scuola di design di Milano e inizia la carriera di pubblicitario dando vita, nel 1954, alla Dany pubblicità, diventando ben presto un protagonista della comunicazione d'impresa. Oppi ha dato il nome alla Lambretta della Innocenti, che chiamò così pensando al fiume Lambro che scorreva vicino alla fabbrica, ha ideato il marchio Zucchi e la linea Chicco per Artsana, insieme alla tettarella antisinghiozzo e all'ago Pic, per la creazione del quale suggerì anche l'angolo di taglio che l'ago doveva avere per procurare meno dolore.
La sua idea forse più celebre, tuttavia, è "Brooklyn, la gomma del ponte": fu grazie alla sua intuizione che i Perfetti passarono dal chewing gum di forma circolare alla lastrina. In questo periodo Oppi coltiva, quasi segretamente, la passione per la letteratura e l'arte. Gli anni successivi sono quelli della svolta: dopo aver abbandonato il mondo della pubblicità e tutti i suoi privilegi economici e dopo essersi rifugiato per qualche tempo a Sotto il Monte da Padre David Maria Turoldo, lascia l'Italia per New York, dove finalmente può dedicarsi alla pittura, riscuotendo grande successo e apprezzamenti.
Alla fine del 1969 fa ritorno nel nostro Paese e si stabilisce a Robecchetto con Induno, comprando la Cascina del Guado, sul Naviglio Grande. Nel 1973 fonda la cooperativa II Guado, tuttora attiva, e successivamente nel 1991, insieme con altri artisti nazionali e internazionali, la cooperativa Raccolto, attiva nell'area della comunicazione e dell'editoria. Nel 2002 il Comune di Milano ha conferito a Daniele Oppi l'Ambrogino d'oro per il suo impegno creativo e socio-culturale.



Cooperativa Raccolto

La cooperativa Raccolto, di cui oggi è presidente Francesco Oppi, conta circa 140 soci iscritti e un centinaio di aderenti ed è un laboratorio permanente che elabora nuove soluzioni per fare dialogare arte e pubblico e per veicolare cultura attraverso canali spesso inusuali e innovativi. Raccolto è anche una struttura professionale che opera nel settore della comunicazione, della consulenza d'immagine, della realizzazione di programmi di promozione
culturale. Importanti collaborazioni sono attive da anni con la Società Umanitaria di Milano, il Comune di Ravenna, il territorio delle Valli Borida in Liguria e Piemonte, la Regione Umbria, il Comune di Premià de Dalt in Catalogna, diverse municipalità della provincia di Milano. Tra i molti progetti realizzati si possono citare: Il tendone, Piazza Santa Croce a Firenze (1992), SedrianoArt (1993-1994), Begegnum mit italien, Germania (1994), 120° e 125° anniversario Società Edificatrice Abitazioni Operaie (1999-2004), Inverart padiglione d'arte giovane (2004-2005-2006), Il Paese di Vattelapesca, un'iniziativa creata per gli enti locali e sviluppata per la prima volta dalla Provincia di Milano per avvicinare i bambini e i ragazzi alla natura.
Attiva anche nel campo della formazione con Area Progetti Europa del Raccolto, una struttura in grado di proporre e organizzare corsi di formazione sui diversi temi proposti dalla comunità europea, la cooperativa si è affermata anche in campo editoriale con Raccolto Edizioni, che ha al suo attivo la pubblicazione di pregevoli volumi storico-documentari legati al mondo della cooperazione : Affori & Uniti va in città, La città ideale, II modello Umanitaria, Spazio ai caratteri, II valore del l'alleanza. Alla Cascina del Guado tutti i cooperatori, su appuntamento, possono visitare una singolare libreria ed emeroteca di circa 14.000 volumi con numerose pubblicazioni rare.


Cooperativa Raccolto