1991
fondazione della Società Cooperativa Raccolto a.r.l.


La cooperativa raccolto viene fondata nel giugno del 1991 da un gruppo di artisti nazionali e internazionali legati da conoscenza reciproca e rappresentanti di tutte le discipline creative ed espressive.


Da questa data si incrementa ulteriormente il patrimonio documentale e librario del Guado e si intraprendono programmi di eventi e grandi eventi concentrati in collaborazione con Enti Locali e Istituzioni o Fondazioni private di cui sono disponibili tutte le relative documentazioni.
Lo statuto della cooperativa, che conta su 123 soci iscritti e un centinaio di aderenti, prevede anche attività editoriali e in questo senso per il 1999 si svilupperà un servizio esclusivo verso i soci per la comunicazione dell’arte, chiamato “cortocircuito@puntoacapo”.

L’ultimo periodo settennale ha visto alcuni soci impegnati fortemente nella preparazione di modelli di progetti mirati sia in senso tematico che in direzione multidisciplinare, di cui sono stati effettuati ed attuati alcuni prototipi sul territorio (Firenze, Spello, Milano, Sedriano, Robecchetto, Canegrate, Mannheim, Pessano con Bornago, Bovisio Masciago, Vittuone, Rho, Gallarate, Modena, Moncalvo, Cairo Montenotte SV, ecc.).
Gli studi più approfonditi sono quelli caratterizzati da indagini preliminari preparate a misura di territorio. Si citano qui i piani di intervento definiti in ogni particolare e che riguardano Monza, Pavia, Frascati, Ferrara, Umbria, Rimini, Milano, Sesto San Giovanni, Rozzano, Corsico, oltre ai modelli di intervento diretto di artisti nella scuola. Altri piani di intervento sono stati elaborati partendo dagli studio per Consorzio del Grana Padano, e per il Consorzio Obbligatorio Replastic (poi attuato).
Attualmente, l’attività che si profila fra le più interessanti è quella dell’uso del fumetto come mezzo di comunicazione storica/didattica/artistica per l’identità e la memoria dei singoli Enti Locali: è in corso la prima pubblicazione del genere dedicata al comune di Sedriano. Questa attività prevede corsi di “cantastorie” (story board, logica del raccontare, visualità).


Un altro obbiettivo molto interessante è la costituzione operativa della “Università del Raccolto” che, nonostante il titolo un po’ ridondante, è un programma di corsi di formazione sull’ampio e dibattuto tema del rapporto tra la comunicazione e l’arte, impieghi e ruoli, sistemi di intervento e metodi di lavoro. A suo tempo il progetto fu sottoposto all’attenzione di quella parte di soci professionalmente idonei e che si sono già dati disponibili. Questo progetto aveva preso le mosse dalla metodologia didattica usata in proposito durante gli stages tenuti a Perugia dal Raccolto sullo stesso tema, destinati a laureandi e neo laureati di quella Università sotto l'egida della Regione Umbria, stages successivamente reiterati a tempo pieno con una trasferta di 18 studenti dell’Università di Perugia presso la Cascina del Guado.



Aggiornamenti


2003-2005:

Merita menzione il periodo 1998/2003 caratterizzato da diverse importanti realizzazioni editoriali per il Politecnico di Milano, per l’Accademia di Belle Arti di Brera, per i 100 anni della Società Umanitaria e materiali di comunicazione per la Valle Bormida, oltre alla cura editoriale del periodico il foglio dell'Umanitaria.
Interessanti i progetti per il Comitato Regionale Lombardo della Lega Cooperative e l’A.L.C.Ab., la progettualità a riguardato anche gli studi per il Gruppo IntesaBci e per l’immagine della Fondazione di Partecipazione Scuole Civiche di Milano.
E stato inoltre coordinato e curato lo scambio artistico culturale internazionale tra il Comune di Premià De Dalt (Catalunya) e il Comune di Robecchetto con Induno (Italia).
Tra il 1998 e il 2004 Raccolto ha potenziato la comunicazione via internet, e torna a riprendere la valorizzazione degli spazi della Cascina del Guado attraverso laboratori di ricerca creativa e formativa con sezioni a disposizione di giovani soci. Nel 2002 il RACCOLTO crea per la Provincia di Milano “Il Paese di Vattelapesca” luogo di apprendimento (all’Idroscalo-Idro Park Fila) riservato ai bambini e ragazzi della scuola dell’obbligo. Le “Porte di Milano” è il nuovo progetto a cui il RACCOLTO chiama a partecipare i giovani del territorio per riproporre il profilo del proprio paese (AGICON per l’Assessore alla Cultura della Provincia di Milano). Dal 2004 Raccolto collabora con il Comune di Inveruno per la realizzazione di Inverart - padiglione d'arte giovane, che dal 2005 è sostenuta anche dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Milano oltre che da importanti esponenti italiani del mondo dell'arte e della cultura. Nel 2005 il Raccolto sostiene il progetto di scambio culturale Cina-Italia "The beautiful Guangzhou - Arte senza confini" promosso dal Collegio Capitani di L. C. & M e coadiuvato da: China-Italy Association for Marictime areas - Repubblica di Panama - Federazione Arte e Cultura di Guangzhou - Associazione Orchestra Sinfonica di Sanremo - Regione Liguria - Provincia di Savona - Comune di Savona - Associazione Albissola Arte e Cultura - Comitato Nazionale per Colombo - Spazio Cultura di Milena Milani - Comune di Albissola Marina. Nel marzo 2005 a Capalbio (GR) apre Il Pozzo delle Arti, progetto conlusosi nel settembre dello stesso anno: nella bruschetteria di Giulia e Roberto, sita in uno storico edificio del piccolo e prestigioso centro storico del paese, si susseguono mostre d'arte dei soci, letture di poesia, presentazioni di libri di RaccoltoEdizioni e, in collaborazione con il Comune di Inveruno, anche mostre di artisti di Inverart.

La morte di Daniele Oppi, infaticabile motore del Raccolto, lascia sconvolti i soci lavoratori e tutto il corpo sociale della coopearativa, che comunque, come avrebbe voluto Daniele, rapidamente si rimettono al lavoro anche per rendere omaggio, nella maniera più adeguata, al percorso umano e sociale intrapreso oltre quarant'anni or sono da Daniele. "Ci sono molte cose da dire e da fare, ma da dire solamente non ce n'è"

2006-2007:
Il Raccolto riprende gli interventi sul territorio con due eventi di rilievo nel centro di Milano: Dante 100 per 100 (mostra itinerante triennale composta da 100 opere di artisti contemporanei per i cento Canti della Commedia dantesca) e Poesia Duemila (a cura di Franco Manzoni), entrambi alla Società Umanitaria, storico Ente di rilievo internazionale (vi sono nati la Camera del Lavoro di Milano, la Scuola del Libro, la Scuole Professionali del'Umanitaria, ecc.).
Prosegue il lavoro di una scelta editoriale di qualità con alcuni volumi storico documentari tra cui si ricordano: "VillaTrotti Bentivoglio - il recupero di un frammento di storia milanese", per la Società Edificatrice Niguarda e "Ettore Zunino - costruttore di Pace" (che apre la collana dei "Personaggi"), per l'Associazione Culturale Franca Tasca di Cairo Montenotte. Nel novembre il RACCOLTO con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Inveruno, prosegue l'avventura di INVERART, interessante esperimento socio culturale che ha dato in quattro anni notevoli risultati sul territorio. Entro la fine del 2007 RaccoltoEdizioni uscirà anche con i volumi "Tesori nascosti", per il Polo Culturale del Castanese, e con un libro che ricostruisce, attraverso una attenta ricerca storica ed un ricco apparato iconografico, la storia dell'Unione dei Poligrafici della Provincia di Milano. Alla fine del dicembre 2007 escono due deliziosi volumi, illustrati da Giorgio Roggino, di Franco Marasco.



Questa sintesi biografica è stata redatta dalla Cooperativa Raccolto nel novembre del 1998
e viene integrata periodicamente per la parte intitolata ‘aggiornamento’.