Le foibe e l'esodo
dei Giuliano-Dalmati

Una storia rimossa


AUTORE
Giancarlo Restelli (a cura di)
FORMATO 16,5x23,5
PAGINE 264
ILLUSTRAZIONI oltre 100 a colori e B/N

CODICE ISBN 88-87724-41-5

PREZZO euro 16,00 • scuole euro 12,00

Acquista



PROFILO DEL LIBRO:
VOLUME STORICO DOCUMENTARIO.


PROFILO DEL LIBRO:
VOLUME STORICO DOCUMENTARIO.


Alla fine della Grande Guerra, quando i nazionalismi si affermano, il Regno di Italia comincia una politica di italianizzazione forzata delle “terre irredente”. Funzionari e impiegati pubblici sostituiscono i locali, la lingua obbligatoria diventa l'italiano, dialetti e lingue dei popoli presenti sul territorio sono proibiti...
Dopo decenni di repressione e violenze, i contadini croati e altri elementi insorgono contro tutto ciò che è “fascismo”, spesso identificato con “Italia”. Come purtroppo accade sempre, odio crea odio e orrore. Il leader del partito comunista sloveno aveva dato la direttiva di “epurare non sulla base della nazionalità ma del fascismo”, ma è l’elemento italiano che patisce le peggiori persecuzioni, anche a causa del fatto che i posti di potere, sia economico sia di responsabilità, sono tutti occupati da italiani...
Chi non teme la verità, sia tedesco, italiano, austriaco, croato, sloveno o serbo, ha tutti i motivi per riflettere in modo critico sul proprio coinvolgimento in questo capitolo della storia europea e per rendere accessibili tutti gli archivi, pubblici e privati. Solo in questo modo si potrà formare un’Europa in grado di imparare dalla propria storia.
Questo volume fa un passo coraggioso in una buona direzione, perciò auguriamo a tutti che la lettura possa essere d’aiuto a comprendere alcune importanti dinamiche storiche da cui il futuro non è ancora stato vaccinato.


Dalla presentazione di Rosamaria Codazzi:

Non è semplice, senza rischiare di essere scontati, introdurre un’opera come la presente, dedicata alla “storia rimossa”.
Sarebbe banale elencare i motivi per i quali il lavoro svolto da docenti e studenti di una scuola secondaria superiore è tanto significativo: non è un prevedibile corollario all’istituzione del giorno del ricordo, un laboratorio storico sviluppato sul “noto” anche se lontano.
E’ una vera e propria scoperta del lato “oscuro” della storia, di eventi tragici dei quali poco si sapeva e poco si sa, ma che appartengono al passato della nostra nazione.
Personalmente ritengo degno di lode e meritevole questo sforzo compiuto da una comunità scolastica nel suo complesso perché offre l’opportunità di un “riscatto storico”, se così si può chiamare, compiuto da chi la storia la studia sui libri, a volte nemmeno tanto volentieri, e da chi la insegna, cercando la modalità giusta per coinvolgere attivamente ed interessare.
Questa rappresenta senza dubbio un’ottima occasione per coinvolgere ed interessare, non solo gli studenti che hanno partecipato al progetto, ma l’intera città sollecitata da questo lavoro ad una consapevolezza più acuta delle tragiche possibilità che derivano dal prevalere dell’ideologia sull’irriducibile valore dell’uomo.
E’ per questo motivo che gli artefici di quest’opera va tutta la mia riconoscenza, soprattutto per aver osato approcciare una materia così ardua e “poco praticata”, per aver esplorato la memoria recondita di alcuni nostri connazionali, per aver portato alla luce un periodo così doloroso.
Non posso che auspicare che proprio loro, i giovani che hanno collaborato alla realizzazione dell’opera e del progetto nel suo insieme, siano capaci di non dimenticare ed il ricordo sia lo strumento per una nuova forma di civiltà, nella quale le coscienze non siano sopite ed il confronto tra passato e presente resti leale ed oggettivo, in vista della costruzione di un futuro scevro da “omissioni” sulle quali nulla può essere fondato.
Non l’impossibile rimozione del male, ma la memoria e la coscienza che da essa deriva è il patrimonio che ci consente di guardare al futuro col realismo della speranza.

Rosamaria Codazzi
Assessore alle attività educative, formative
e pari opportunità
Comune di Legnano

L'AUTORE:

Giancarlo Restelli

Il volume, rigoroso e approfondito, é stato curato dal docente di italiano e storia dell’I.P.S.I.A. A. Bernocchi, Giancarlo Restelli coadiuvato da un équipe di valenti collaboratori, docenti e discenti.
Alla stesura del libro hanno collaborato, fra gli altri, Antonio Vecchio e Gottfried Wagner. Nel libro sono presenti anche sei tavole di Anna Nunziante.

richiesta informazioni