Dante 100 per 100
100 Artisti per 100 Canti della Divina Commedia


AUTORE
RACCOLTO


FORMATO 21X23,5 cm.
PAGINE 48
ILLUSTRAZIONI 36 a colori
Carta Arcoprint Edizioni 170 gr.
con copertina in Acquerello 350 gr.

PREZZO euro 20,00

Acquista




PROFILO DEL LIBRO:
CATALOGO MOSTRA ITINERANTE


Il primo dei tre cataloghi che illustrano le mostre
delle tre Cantiche dantesche.
Vedi pagina dedicata

Artisti della prima Cantica, in ordine di Canto assegnato:

Ernesto Treccani
Gudrun Sleiter
Luciano Ragozzino
Paolo Baratella
Luigi Granetto
Ugo Sanguineti
Emilio Tadini
Daniela Benedetti
Stefano Pizzi
Daniele Oppi
Domizio Mori
Marco Viggi
Giorgio Roggino
Gastone Mariani
Vincenzo Ognibene
Franco Cenci
Renato Galbusera
Maria Jannelli
Giancarlo Colli
Antonella Parolo
Vincenzo Vinotti
Gerardo Lo Russo
Rino Crivelli
Antonio Lodola
Massimo Marchesotti
Gianfranco Draghi
Giuseppe Abbati
Silvio Bellini
Giorgio Venturino
Alessandro Negri
Sabino Ventura
Armida Lombardi
Marisa Camillo
Luigi Regianini


(...) Un territorio di cultura visiva dove si intende preservare e sostenere l’affermazione di ogni straordinaria avventura espressiva, ma soprattutto vista in un’ottica non separata, non asetticizzata, ma nella ricchezza dell'essere d’insieme; di fronte a quest'ultima lunga stagione “fredda”, costruita attraverso i rigorosi steccati indotti dalle regole di mercato e dai sistemi critici, il progetto culturale di Oppi è ancora quello della complessità e della ricchezza, del rispetto dell’avventura espressiva del singolo artista e del singolo fruitore, dove ogni opera cioè è sempre e comunque un frammento di umanità.
Nello specifico il progetto editoriale ed espositivo trova la vivace coesione tra il testo poetico di Dante Alighieri, accennato nelle delicate lettere, ed un ampio sistema di decodificazione iconografica; all’unità letteraria corrisponde l’articolazione dei diversi campi, le figure e le voci, le colpe e le forme di espressione, mentre il sistema per immagini si frantuma per singolo autore e per singola immagine per poi ricostruirsi nel volume attraverso la forma conclusa di un’esperienza globale (...).

Andrea B. Del Guercio
Docente Accademia di Belle Arti di Brera - Milano


Anche in questi ultimi anni di grandi cambiamenti, di difficili riassetti ed equilibrii sociali, l’Umanitaria ha sempre voluto dedicare la dovuta attenzione ad iniziative artistiche e culturali originali come ci sembra essere senz’altro questa mostra, che raccoglierà alla fine di un percorso triennale cento personalità tra le più significative e interessanti
del panorama artistico contemporaneo.
Piccole ed intense opere che interpretano visivamente i passi del testo più emblematico della nostra cultura.
Un testo che ancora una volta così “svolto”, “svela” quel chiaro senso di unità e di profonda umanità a cui tutti siamo chiamati a rispondere.

Piero Amos Nannini
Presidente Società Umanitaria


Straordinarie cronache di vita passata in mezzo ai libri, quelli venduti, quelli letti e quelli fatti riportano a vedermi passeggiare con Daniele, nei campi e lungo il Naviglio Grande adiacenti la sede della Cooperativa Raccolto e lì discutere su come portare in porto il progetto Dante. Ma meglio mettere da parte la memoria che sfuma i ricordi e a volte li confonde, e rileggere sul n. 5, anno II, delle Segrete di Bocca, inserto di Arte Incontro in Libreria n. 41, quello che lo stesso Oppi ha scritto. “Nello spirito che contraddistingue la Libreria Bocca da sempre come fucina di idee e importante punto di riferimento per la cultura e l’arte nel mondo, Giacomo Lodetti commissiona nel 2002 a Daniele Oppi e alla cooperativa Raccolto la supervisione di un ambizioso progetto di illustrazione della Divina Commedia. Ambizioso per la quantità di artisti invitati ad illustrare i cento canti che compongono il Poema...”.


Giacomo Lodetti
Libreria Bocca

"La realizzazione di un progetto nasce sempre da un sogno e, quando un sogno scaturisce dalla sensibilità artistica
e culturale di persone “fuori dal comune”, il risultato
è sempre l’armoniosa combinazione di esaltanti idee
capaci di emozionare e stupire, lasciando, in chi assiste
a tale progetto, la tangibile sensazione di trovarsi di fronte all’anima più profonda, e forse celata, dell’artista che
si mette a nudo attraverso la personale interpretazione
di un capolavoro e, in questo caso più che mai,
del capolavoro perfetto".

Francesco Rimoldi

Assessore alla Cultura del Comune di Inveruno

richiesta informazioni