Brevi note biografiche di soci e aderenti al Raccolto
La pagina è in continuo aggiornamento
i link ai siti personali dei soci sono nella pagina
I soci

pagina personale
Giuseppe Abbati
Classe 1973. Dal ‘98 espone in oltre quaranta tra personali e collettive. Ha sguito lezioni di incisione all’acquaforte tenute da Ettore D’Erario. Espone nell’antico chiostro de “La Scala di Giacobbe” a Castelletto di Cuggiono. Ha partecipato, nel 2005, nel 2006 e nel 2007 ad “Inverart”, dove incontra Daniele Oppi. Nel 2007 tiene una personale nella palazzina direzionale dell’Ospedale di Legnano, nell’ambito del Progetto Iris. Sempre nel 2007 partecipa alla mostra “Dante Cento per Cento”, illustrando il Canto XXVII dell’Inferno. Nel 2008 è selezionato tra i migliori 30 nel concorso indetto dalla Libreria Bocca dei Lodetti (250 partecipanti; nella giuria, tra gli altri, Philippe Daverio e Rossana Bossaglia). Con un gruppo di amici artisti, periodicamente, trasforma la propria casa sul Naviglio Grande in una vera e propria galleria.
  Mario Arlati
E’ nato a Milano nel 1947.
Si forma artisticamente alla Scuola d’arte del castello Sforzesco a Milano. Secondo i canoni di questa formazione le sue prime opere sono nel più puro stile figurativo, ma negli anni ‘70 scopre la sua dimensione nell’informale materico seguendo le tracce della scuola spagnola. Sue opere sono state in diverse mostre personali e collettive in Italia, Spagna, Francia, Germania e Giappone entrando a far parte di numerose collezioni private e pubbliche. Vive e lavora tra Milano e Ibiza (Spagna).
pagina personale
Paolo Baratella
E’ nato a Bologna nel 1935.
Dopo aver studiato a Ferrara, a Bologna e a Roma, si trasferisce nel ‘59 a MIlano, iniziando subito un’intensa attività, che gli vede allestire ogni anno una personale, in vari centri italiani e a Parigi, e partecipare a importanti rassegne nazionali e internazionali e internazionali. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Brera. E’ uno dei maggiori visionari della pittura contemporanea e mondiale. Ha lungamente soggiornato a Parigi, Berlino e in Toscana. Nel 1976 ha ricevuto la borsa del D.A.A.D. del Senato tedesco. Il decennio ’90 lo vede attore all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano come titolare di cattedra: alla scoperta del nocciolo duro dell’arte. È invitato alla XIII Quadriennale d’Arte di Roma nel 1999. Le esperienze estetiche, filosofiche e politiche sono tuttora in corso.
Vive a Milano, a Cuccaro Monferrato e a Lucca.
  Gianfranco Baruchello
Nasce a Livorno nel 1924. Ha esposto in tutto il mondo in oltre centoventi mostre personali e in innumerevoli collettive. Ha pubblicato diciotto libri e girato una quindicina di film e cortometraggi. Artista "punto di riferimento", padre e figlio della modernità. Vive e lavora a Santa Cornelia (Roma) e a Parigi.
 

Giuseppe Giovanni Battaglia (1951-1995)
E’ nato ad Aliminusa (Palermo).
Poeta “in viaggio’, Pino Battaglia ha vissuto a Palermo, Torino, Roma, e nei luoghi dell’amicizia, “Luoghi di terra e cielo”. Dalla fatica poetica, scaturiscono anche forti testi teatrali. E’ una delle voci più profonde della poesia contemporanea.

 

Silvio Bellini
Silvio Bellini è nato a Bevagna (Perugia) il 25 marzo 1960.
Pittore autodidatta, conduce una ricerca espressionista dalla forte ed incisiva personalità. Recentemente sperimenta anche la “fotografia gestuale”, raffinata sequenza di scatti che colgono figure umane nel gioco della luce “colorante” con il movimento sapiente dell’obbiettivo.

 

Aldo Bernardi
Nato a Milano nel 1965, Aldo Bernardi ha seguito i corsi di pianoforte, composizione, violoncello e si è diplomato al Conservatorio “G.Verdi” di Milano. Ha studiato direzione d’orchestra con i Maestri Leonardo Taschera, Vicente La Ferla, Antonio Janigro. Si è perfezionato a Vienna con Karl Oesterreicher, nel repertorio sinfonico tedesco e successivamente, presso il Conservatorio di San Pietroburgo, con Victor Fedotov, nel repertorio russo.
Per l’approfondimento interpretativo, ha avuto il privilegio di avvalersi della supervisione del Maestro Carlo Maria Giulini.
Dal 1985 al 1990 ha diretto concerti di musica sacra e di selezioni operistiche. Nel 1993 ha diretto l’Orchestra da Camera “Milano Classica” in una serie di concerti mozartiani e l’Orchestra “Mozart e Milano”, in un concerto tenutosi in Piazza del Duomo a Milano e trasmesso in mondovisione in occasione del 7° Meeting Internazionale per la Pace mondiale “Uomini e Religioni”.
La sua attività internazionale ha avuto inizio nel 1994, nell’ex Unione Sovietica, con l’Orchestra Filarmonica e il Coro di Stato della Moldavia, con cui ha successivamente effettuato una tournée nelle maggiori città italiane. Nel settembre 1998 è stato invitato a dirigere il Rigoletto di G. Verdi con i complessi dell’Opera di Stato Moldava, primo italiano a ricevere tale privilegio, nel corso della IX edizione del Festival Internazionale delle Stelle dell’Opera e del Balletto, in cui partecipano artisti provenienti dai più famosi teatri dell’Est, quali il teatro Bolscioi di Mosca, l’Opera di Sofia, l’Opera di Varsavia e di Bucarest, il teatro Kirov di San Pietroburgo.
Durante l’esecuzione di un concerto a Brescia nel 1998, con l’Ensemble Archi della Scala di Milano ha inciso, per la Sipario Dischi, lo “Stabat Mater” di G.B. Pergolesi e il “Concerto in re maggiore per violoncello e orchestra” di F.J. Haydn. Successivamente trasmessi da RAI-RADIO 3.
Recentemente è tornato a dirigere l’Ensemble Archi della Scala di Milano a Napoli e a Roma.
Dal settembre 2010, Aldo Bernardi è stato nominato Presidente e Direttore Artistico dell'Associazione Mozart Italia di Milano, gemellata con il Mozarteum di Salisburgo, di cui era già stato il responsabile della programmazione artistica dal 1994 al 2000.

 

Italo Bertolasi
Nato a Bressanone (Bz) nel 1946. Fotografo, Scrittore e Bodyworker.
Studia Pittura - Accademia di Brera - Filosofia - Università Statale di Milano - e Teatro - Scuola del Piccolo Teatro di Milano. Nel 1970 inizia il suo "pellegrinaggio" in Oriente. Viaggia e documenta la vita e le cultura sciamanica dei popoli dell'Hindu Kush (Afganistan e Pakistan), Himalaya (Nepal), Cina e Giappone.
Nel 1972 fonda il "Magic Delirium Circus" un'associazione di artisti e viaggiatori che progetta performance, spettacoli teatrali e interventi di cooperazione in Pakistan e Nepal con l'Istituto Studi Transculturali di Milano diretto dall'etnopsichiatra Rosalba Terranova.
Nel 1974 Fonda con il batterista dei "Profeti" Raffiullah Khan la Comune Transculturale di Tatti Nasrati nelle Tribal Area North West Province Pakistan - dove vive dal 1972 al 1974.
Collabora con la KISP – Kalash Indigenous Survival Programme NWFP – Pakistan – per la difesa della minoranza etnica dei Kafiri.
Dal 1980 scrive e fotografa prima per i più importanti magazines geografici d'Europa - Airone, Gulliver, Tuttoturismo, "D" Repubblica, Geo.
Nel 1994 fonda l'associazione "Nuove Terre".
Dal 1997 é certificato insegnante di Water Shiatsu – WATSU – da “School of Shiatsu&Massage at Watsu Center – Harbin / California”.
La sua passione per l'acqua lo ha portato a una lunga esplorazione delle "acque madri" in India, a Bali e nelle isole Hawaii. Nel 2001 ha ideato "Anima d'Acqua" un viaggio meditativo verso cascate, fiumi e oceani dove si riunisce il potere acquatico della cura, dell'eros e della spiritualità.
Dal 2002 ha partecipato con l’associazione “Clown One Italia” di cui è presidente, a missioni di pace in Argentina, Afganistan, Palestina , Cambogia e Nepal. Dal 2004 è qualificato insegnante di AI CHI – Tai Chi in Acqua da “Aqua Dinamics Institute di Yokohama ( Giappone)”. E dal 2005 è insegnante di S.G.M – Sensitive Gestalt Massage.

 

Donatella Bisutti
Nata a Milano, vive sul Lago di Como. È giornalista dal 1970. Ha lavorato per diverse testate della Mondadori, comprese le "Grandi Opere" ed ha poi tenuto per otto anni una rubrica letteraria sulla rivista Millelibri di Giorgio Mondadori. Ha collaborato a lungo all'Almanacco dello Specchio di Mondadori, ed è attualmente nel comitato di redazione della rivista Poesia (ed. Crocetti). Ha pubblicato nel 1979 "L'albero delle parole", una selezione di poesie di vari autori rivolta ai bambini. Nel 1984 ha vinto il Premio Montale per l'Inedito. Per Mondadori ha curato e tradotto il volume di poesia di Edmond Jabès La memoria e la mano. Dal best-seller "La Poesia salva la vita", presentato in diverse trasmissioni televisive, ha tratto l'idea per una omonima trasmissione radiofonica in otto puntate, cui hanno partecipato, tra gli altri, Carlo Bo, Gianfranco Ravasi, Emilio Tadini, Lella Costa, Giampaolo Rugarli, Giulio Giorello. È stata presidente dell'Association Européenne pour la diffusion de la Poésie con sede a Leuven in Belgio ed ha fondato a Milano nel 1990 il Premio Poesia Aperta.

 

Marisa Camillo
Dopo il liceo artistico, si forma alla Scuola di arte orafa e poi in corsi di acquarello alla Scuola Internazionale di Grafica (Venezia). Propone da anni laboratori didattici innovativi per bambini e adulti che si svolgono in collaborazione con le principali istituzioni museali italiane.
Dal 1991 al 2001 conduce “Nel giardino del tempo” workshop dove elabora e costruisce ornamenti artistici e idea oggetti per esposizioni in Italia, ispirati alla pittura/scultura/architettura e alla letteratura.
Progetta per la mostra “Marcel Duchamp” a Palazzo Grassi a Venezia gli occhiali “Omaggio a Duchamp”.
Dal 1993 è membro dell’Associazione psicanalitica “Il tempo della parola”.
Vive e lavora a Venezia.

 

Rossana Bossaglia
Uno dei più stimati storici e critici d'arte italiani, è nata a Belluno nel 1925.
È stata professore ordinario di Storia della critica d'arte all'Università di Genova, quindi professore ordinario di Storia dell'arte moderna all'Università di Pavia. Le sue prime pubblicazioni risalgono all'inizio degli anni Cinquanta. Sul Settecento, dopo una serie di saggi e monografie, ha curato la grande mostra al Palazzo Reale di Milano nel 1991.
A limine di questi interessi ha sempre coltivato quelli relativi all'arte e ai fenomeni del gusto tra Ottocento e Novecento, compiendo ricerche sul Liberty italiano. A questo riguardo ha pubblicato nel 1968 la prima monografia, organizzando con altri studiosi la mostra "Il Liberty italiano" (Milano, La Permanente, 1973).
All'interno di questo filone ha esaminato il fenomeno Déco, pubblicando varie monografie. Dagli anni Sessanta si occupa attivamente di arte contemporanea sia come critico (collabora al "Corriere della sera" dal 1974), sia come promotore di mostre e manifestazioni.
Rossana Bossaglia ha ottenuto importanti riconoscimenti in Italia e all'estero. Vive e lavora a Milano.

  Franco Cenci
E’ nato a Firenze nel 1960.
Si è diplomato a Firenze all’Istituto d’Arte di Porta Romana. Dopo alcuni anni di studio e di ricerca, inizia ad esporre nel 1989 in una collettiva a “L’Upupa”? Del 1991 si segnalano in particolare le rassegne “Convergenze di...” e “Figura ed oltre” al Gadarte di Firenze, i riconoscimenti ottenuti al Premio Italia “Beato Angelico” a Certaldo a “Città di Villafranca” in Lunigiana e, soprattutto il successo riportato con la personale in Germania, al “Karstadt AG” di Dortmund.
  Michele Ciardulli
Michele Ciardulli è nato il 30 giugno 1981. Nel 2001 si iscrive all’Accademia di Brera che frequenta fino al 2004. Lavora come scenografo e macchinista, dal 2000, per molte compagnie e diversi teatri (Franco Parenti, Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, Litta), 2004. Ha scenografato il film “Come prima” per la regia di Mirko Locatelli (Officina Film. Cinema Indipendente). Deve la sua formazione alle persone che il caso ha voluto fargli incontrare. Scenografi, macchinisti, pittori, muratori, falegnami, persone “semplici” che, a volte, si definiscono dilettanti perché interessate allo sviluppo dei propri valori artistici come ricerca dell’io rispetto al mondo e del mondo rispetto all’io, e non come mezzo di affermazione sociale. Ha lavorato come capo sala al Teatro Libero di Milani in via Savona. Tra il sogno e l’incubo nascono i suoi quadri.
vai alla pagina dedicata a Sergio Ciulli
Sergio Ciulli
Attore, regista, autore di testi per il teatro e la radio, interprete raffinatissimo di eventi scenici che uniscono la parola al segno musicale, da sempre richiestissimo da Enti e Associazioni Musicali a causa della sua maestria vocale e interpretativa, Sergio Ciulli nella sua storia quasi quarantennale di uomo di spettacolo è stato diretto e ha collaborato con i nomi più prestigiosi dello spettacolo in teatro, cinema, televisione.
  Giancarlo Colli
E’ nato a Malvaglio (Milano) nel 1931.
Ha studiato pittura e scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 1962 ha tenuto mostre personali a Milano, Roma, Parma, Reggio Emilia, Torino, Brescia, Palermo, ecc. Ha partecipato alla mostra Bon à tirer e alla mostra Autoritratto d’artista della Galleria Ciovasso. E’ del 1993 la Mostra Antologica alla Villa Tanzi di Inveruno e la mostra Il Segno e il Disegno a Palazzo Arese di Robecchetto con Induno. Nel 1994 ha partecipato alla triennale dell’Incisione della Permanente di Milano.
  Barbara Comerio
in costruzione
  Lamberto Correggiari
E’ nato a Pieve di Cento (Bologna) nel 1941.
Compie gli studi classici a Bologna e frequenta la facoltà d’architettura a Firenze. Dopo aver soggiornato alcuni anni a Roma, Venezia, Firenze, nel 1970 si è trasferito a Milano. Artista e designer, ha sviluppato un’espressione multiforme in varie attività nel campo artistico, con un lungo percorso nel mondo della moda. Ha esposto in diverse mostre personali e collettive nazionali ed internazionali. Sue opere fanno parte di collezioni private e musei in Italia e all’estero. Vive e lavora a Milano.
  Rino Crivelli
E' nato a Milano il 15 settembre 1924. Dopo studi classici si è laureato in ingegneria al Politecnico di Milano. Nel '46 comincia a modellare e nel '49 a dipingere. Ha lavorato per l'industria fino al 1964, dedicandosi in seguito esclusivamente all’attività artistica. Ha esposto nelle più prestigiose gallerie italiane e internazionali presentando opere di grande riscontro emotivo, sempre magicamente legate al mondo del fantastico e della fiaba. Scrittore valente e di grande fantasia, pubblica nel 1978, presso l’editore Vanni Scheiwiller, in libro di illustrazioni e fiabe: "Speriamo almeno che Alice non dica okay". E' socio fondatore del Raccolto.
  Pino Deodato
E’ nato a Nao (Catanzaro) nel 1950.
Giovanissimo, nel 1969 si è trasferito a Milano. Forma il gruppo Cantastoria con Sormani ed espone a Parigi e in Portogallo. Ha lavorato nella zona Ovest di Milano realizzando numerosi Murales. Sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive nelle più selezionate gallerie nazionali ed internazionali. Ultimamente la sua ricerca si è concentrata nella realizzazione di diverse opere polimateriche tridimensionali. Insegna, vive e lavora tra Milano e Vittuone.
  Salvatore Dongiovanni
Poggiardo (Lecce) 1950.
Frequenta l'Istituto d'Arte di Poggiardo e vi si diploma nel 1967, successivamente completa il ciclo di studi dell'Accademia di Belle Arti di Lecce. Dal 1974 insegna "Arte della Modellistica" presso l'Istituto Statale d'Arte di Poggiardo. Ha esposto a Roma, Padova, Milano, Lecce, Bari, Bruxelles, Parigi, Siena, Morimondo, Sedriano, Otranto. Vive e lavora a Poggiardo
 

Gianfranco Draghi
E’ nato il 1 luglio 1924 a Bologna.
Studia al Parini a Milano e si laurea con Eugenio Garin all'Università di Firenze.
Nel '43-'45 è stato rifugiato in Svizzera come giovane militante del Partito d'Azione.
Ha conosciuto Benedetto Croce, Adolfo Tino, Altiero Spinelli, Ernst Bernhard, Riccardo Bacchelli; ha avuto una lunga e profonda amicizia con Cristina Campo con la quale agli inizi degli anni '50 ha redatto un foglio letterario del tutto fuori dalle ideologie, dove hanno scritto da Giuseppe De Robertis a Mario Luzi, da Alda Merini a Margherita Pieracci Harwell. Ha scritto il primo libro su Simone Weil stampato in Italia presso l'editore Salvatore Sciascia. E' scrittore ed artista figurativo completo. Per anni si è occupato "sul campo" anche di teatro e musica.
Ha affrontato seriamente il tema federalista con Altiero Spinelli e Luciano Bolis e su questi temi sono usciti negli anni '70 presso L'individuale: "Sul mito di Europa" e "Utopia di una scuola reale". Ha scritto due drammi editi sempre da L’individuale : "Serveto" e "Guglielmo d'Asperthuis" e un monologo drammatico "Paracelso" da Scheiwiller. Ha oggi diversi progetti in cantiere: delle poesie, un romanzo, una serie di racconti e fiabe per adulti e bambini; ha raccolto in un libro i ritratti di amici scrittori intitolandolo "Una vetrata colorata", e un testo che racchiude le meditazioni tra la fine degli anni quaranta e la fine degli anni ottanta, "Da ieri ad oggi per il futuro, abbozzo di un’autobiografia filosofica". Nel 2001, è uscito presso l’editore Luciano Parenti, il libro: "Infanzia e principio di un'adolescenza, ovvero Tommaso il cavaliere".
Nel 2005 "Cinquant'anni di poesia" edito da Gedit di Bologna e "L'Orso europeo. Ovvero il negozio dei giocattoli" per Raccolto Ed.. Nel 2009 un libro di poesie dal titolo "L'allocco e altre cose familiari" stampato da Il Ponte del Sale di Rovigo e da Adelphi lo scambio epistolare di oltre cento lettere con Cristina Campo. Nel 2011 il Raccolto ha dato alle stampe il saggio su Leon Battista Alberti e Simone Weil, "Secondo la propria degnità".
Vive a Fiesole.

 

Piero Fabbri (1954-2011)
Piero Fabbri, é nato a Spello (Perugia). Residente a Foligno, dopo una parentesi di 16 anni a Milano: maturità classica, Liceo Berchet. Laurea in Scienze politiche (con lode), Camerino (Macerata). Prime esperienze nei campi della creatività e della comunicazione, tra militanza e lavoro negli anni settanta a Milano: Gruppo Teatro Scuola, periodico "Discese cornara", con la Cooperativa "Il Guado". Socio dal ‘77, dell’Associazione Nazionale degli Emodializzati, ha ricoperto per oltre un decennio, incarichi elettivi. Ha diretto per dieci anni la Cooperativa sociale, "La Locomotiva" di Foligno. Si è occupato di: informazione (Coop. Radio Foligno Uno, rivista Umbria: mensile di società, cultura ed ambiente); di salute e territorio (Medicina democratica, ed Ambiente e salute); del terzo mondo (Emergency); Coop. L’Altrocommercio; periodico La farfalla e la tempesta. Milita in Legambiente. Difensore civico del Comune di Foligno prima, poi del comune di Campello sul Clitunno, ha ricoperto tale incarico istituzionale dal 1996 al 2004. E’ stato eletto nel consiglio comunale di Foligno nella precedente legislatura. Iscritto all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti, è stato direttore responsabile del sito internet: www.difensorecivico.org della Rete Nazionale dei Difensori Civici Locali. Ha diretto un mensile locale: "Piazza del grano". Consulente per il Centro Sperimentale per l’Educazione Sanitaria (Csesi) del Dipartimento d’Igiene dell’Università di Perugia, si è occupato della formazione degli operatori di strada; presiedendone il Coordinamento Regionale per la Riduzione del Danno (Corida). Ha pubblicato: Limpida l’aria, Il Guado, Milano 1978; L’acqua che fa morire, Raccolto, Milano 1991; Malati organizzati, storia dell’associazione nazionale degli emodializzati, Brufo Editori, Perugia 1992; Un rene in pancia, diario minimo di un trapianto, Brufo Editori, Perugia 1994; Acque sorgenti, avventure dei sensi narrate dall’acqua, Edizioni Corsare, Perugia 2002; L’Isola dei Due Soli, Edizioni Corsare, Perugia, 2003.

E’ fondatore della Cooperativa Raccolto.

 

Ivan Forloni
Ivan Forloni nasce nel 1980 a Milano.
Frequenta da diversi anni la scuola di pittura dal maestro Mario Battimiello dal quale apprende la tecnica ad olio, che sente da subito a sé congeniale e che sviluppa in una continua ricerca dagli esiti personali e mai scontati. E' socio fondatore dell’associazione artistica Art&colore di Nerviano (MI). Ha partecipato a 2 edizioni di Inverart.

pagina personale

Davide Galbiati
Scultore. Nato a Magenta nel 1976, vive e lavora ad Arles (FRANCE).
La formazione artistica è legata alla scultura figurativa e allo studio della tradizione artistica altoatesina. Dal 2004 al 2008 frequenta la Scuola per Scultori di Ortisei. Apprende, con un intensissimo studio, la lavorazione lignea del tutto tondo. Nel 2007 si diploma in Scultura.
Ha approfondito la conoscenza anatomica con l'aiuto di Alberto Lolli (Cattedra di anatomia artistica presso Accademia Belle Arti di Bologna), autore di "Struttura Uomo".
Ha rafforzato le sue competenze tecniche all'Istituto d'Arte "Ferdinand Demetz" di Ortisei (BZ) dal 2004 al 2008 con corsi di specializzazione sul nudo a cura dei maestri Anton Ruben Da Cudan, Markus Delago, Bruno Walpoth, arnold Holzchneck e Roland Senoner. Ha partecipato ad Inverart - Padiglione d'Arte Giovane. Nel 2009 ha tenuto un corso di scultura in argilla alla Cascina del Guado.
Oggi è alla ricerca di nuove soluzioni formali, mettendo sempre al centro la figura umana e caricandola dinamicamente di intensità ed "energia statica".

  Renato Galbusera
E’ nato a Milano nel 1950.
Dopo gli studi compiuti all’Accademia di Belle Arti di Brera, espone a partire dalla metà degli anni ‘70.
Costituisce il Gruppo Atelier, e in collaborazione con altri artisti dell’area milanese organizza le mostre “Utopiemetropolitane”, “Linoleum” mostra xilografica, “I colori della poesia”, e “Venature”. Ha partecipato a diverse edizioni della Biennale d’Arte città di Milano, alla Triennale dell’Incisione, alla Biennale di Poesia e Arte Città d’Alessandria, e alla Rassegna Abitare il Tempo. Ha curato varie mostre e tutte
le edizioni di “Venature”. Nel 2007 si ricordano le mostre “Tracce” - Cascina Grande Rozzano - e “Transform” alla galleria BBK a Wurzburg - Germania.
Insegna all’Accademia Albertina di Torino.
pagina personale
Massimo Silvano Galli
E' nato a Bollate il 23/09/1968 e vive a Novate Milanese.
Pittore e scrittore, ha pubblicato con il Raccolto il suo primo romanzo.
Ha svolto presso la nostra cooperativa, dal 1991 al 1996, un intenso lavoro di ideazione, progettazione e realizzazione di eventi e interventi socio-culturali partecipando a tutte le fasi del processo creativo e organizzativo.
Con Michele Stasi, ha fondato Oficina "comunicazionesociale.net" idee e progetti per una comunicazione al servizio dell'Uomo.
Esperto nella gestione delle relazioni educative familiari, nei processi di cura pedagogica di adulti, minori e adolescenti (anche in situazione di disabilità o malattia); specializzato in mediazione dei conflitti e nella consulenza alla persona e alla coppia. Docente a contratto presso: la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Milano, la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano (Naba), il Centro Italiano di Mediazione e Conciliazione di Roma e, più saltuariamente, presso diversi enti e istituti votati alla preparazione di psicologi, educatori, insegnanti.

Giuliano Ghelli

E’ nato a Firenze nel 1944.
Pittore dalle profonde radici toscane. Ghelli è ricercatore instancabile della forma. Nel 1974 pubblica “Il Portapaesaggi” volume di disegni con testo di Lara Vinca Masini. Sue opere sono state esposte nelle più prestigiose gallerie pubbliche e private in Italia, Europa e Stati Uniti, creando e curando importanti ricerche pittoriche con i suoi famosi cicli tematici tra cui ricordiamo il suggestivo In Viaggio con Leonardo presentando al Castello Sforzesco di Milano. Vive e lavora a San Casciano Val di Pesa (Firenze).

pagina personale

Marco Maurizio Gobbo
Nasce a Milano, il 14 luglio 1961.
Rivela una spiccata vocazione artistica sin da molto giovane, imparando disegno e pittura da autodidatta.
Nel corso dell'adolescenza sviluppa interessi verso la scrittura e la recitazione, lavorando con diverse compagnie teatrali come attore, scrittore e regista.
Nel 1990 si trasferisce a Londra, rientra in Italia nel 1994.
Si associa a "Il Raccolto, Sodalizio di Artisti e Autori di tutte le discipline per la Cultura" diretto da Daniele Oppi.
Nel 1998 diventa allievo della Maestra Mintoy, pittrice e ricercatrice cromoplastica. Mintoy è Maestro che azzera il discorso pittorico per concentrarsi solo sul colore, inteso come "luce pura", lirica portatrice di concetti, significati e sentimenti. Seguendo questi insegnamenti sviluppa un proprio discorso pittorico dove il colore puro è usato in forma astratta e rappresentativa. Dal 2006 vive in Cina.
E' tra i fondatori e animatori di The Making - Art Management di Hong Kong, ricoprendo il ruolo di Asia Managing Director. Attualmente lavora tra Asia e Europa.
  Luigi Granetto
E’ nato a Verona nel 1950.
Esordì giovanissimo con la poesia. Ha svolto una intensa attività in campo letterario, saggistico e poetico. Acuto inventore di felicissime formule editoriali (tra cui ricordiamo Lato Side) ha dato un significativo contributo alle ricerche sugli aspetti interdisciplinari delle arti occupandosi anche di musica e teatro. Pittore inquieto e fiabesco, Granetto ha realizzato numerose mostre personali e collettive esponendo nelle maggiori gallerie italiane e straniere. Vive e lavora a Milano.
  Giuliano Grittini
E’ nato a Corbetta (MIlano) nel 1951.
Fotografo di talento fin da giovanissimo, frequenta la scuola di Arti Grafiche di Via B. Crespi a MIlano, e la scuola di Disegno Grafico. Ancora adolescente entra in contatto con l’arte della serigrafia e realizza e stampa da allora opere di grandi artisti. Diventa stampatore d’acquaforte e litografia. Mai tralasciando la fotografia, ha ritratto oltre 100 artisti, critici e poeti di passaggio dalla sua ormai famosa Stamperia “L’Incisione” in Corbetta, diretta con l’amico Enrico Cattaneo. Accanito bibliofilo, edita da oltre 10 anni preziosi libriccini d’autore.
  Franco Manzoni
E' nato a Milano nel 1957. Laureato in lettere classiche, insegnante, traduttore dal greco e dal latino, epigrafista, docente di grammatica e letteratura dialettale milanese; già autore di programmi Rai, dal 1984 è fondatore e direttore responsabile della rivista di poesia e cultura “Schema”. In quegli anni conosce Daniele Oppi, che lo incoraggia a proseguire il suo lavoro di scrittura. Viene invitato da Antonio Porta e Giovanni Raboni al Festival “Milano Poesia ‘87”, in cui è il più giovane autore presente. Nel 1995 ha ideato, assieme a Filippo Ravizza, il “Manifesto in difesa della lingua italiana”.
Da oltre vent’anni è una firma del “Corriere della Sera” in cronaca e in cultura. Ha redatto l’house organ “Triennale Notizie” e ha organizzato alcuni eventi culturali e manifestazioni con la Società Umanitaria.
Ha scritto testi di canzoni per noti interpreti su musiche di Oscar Prudente, collaborando inoltre con Franco Battiato, Gaetano Liguori e Adriano Bassi.
Ha curato numerose antologie della lirica italiana contemporanea. Le poesie di Franco Manzoni sono presenti sulle più significative riviste letterarie italiane e sono tradotte nelle principali lingue. è membro effettivo del Pen Club e socio della Cooperativa Raccolto dalla fondazione.
Tra i riconoscimenti, ha ricevuto l'Ambrogino dal Comune di Milano.
  Silvio Manzotti
E’ nato a Limbiate (Milano) il 3 dicembre 1943; insegnate di arte, Silvio Manzotti è noto per le sue ricerche con la tecnica dell’acquarello in grande formato. Studioso e teorico degli spazi, possiede un rigoroso vocabolario segnico e cromatico. Dal 1975 si dedica a progettazioni e realizzazioni tridimensionali. Ha esposto in importanti gallerie pubbliche e private a Milano, Bergamo, Pietrasanta, Ascoli Piceno, ecc. Ultimamente la sua ricerca ha trovato nuovi sviluppo nell’uso dell’acrilico. Vive e lavora tra Milano e il Monferrato.
  Massimo Marchesotti
È nato a Milano nel 1935.
Ha tenuto mostre in Italia e all’estero ed è stato invitato alle principali manifestazioni d’arte visiva internazionali e nazionali. Segnaliamo le mostre: alla Galleria dello Scudo di Verona, alla Sala Gaudì di Barcellona, al Pace University e al Cultural Center E. Fermi di New York, oltre alla grande personale patrocinata dal Comune di Milano al Palazzo dell’Arengario.
La musica rimane sempre una grande passione sia come ricercatore etno-musicologico che come direttore artistico di un complesso popolare.
Realizza dal 1979 al 1986 grandi interventi artistici in spazi pubblici di molte città italiane. Nel 2005 il Comune di Milano gli conferisce la Benemerenza Civica di Sant’Ambrogio per la lunga attività artistica, sia nel campo dell’arte figurativa, sia in quello della musica.
Vive e lavora tra Cadorago (Como) e Milano.
  Armando Mascetti
Classe 1976, originario di Inveruno (MI). Nel 1994 si diploma al Liceo Artistico di Busto Arsizio. Quattro anni dopo esce entusiasta dalla Scuola del Fumetto di via Savona a Milano. Espone in diverse mostre in Italia e Francia. Fumetti autoprodotti e illustrazioni si dileguano nel vasto e bituminoso campo della comunicazione. Nel 1998 conosce il computer. Si aprono mille nuove strade, e dopo un periodo dedicato alla fotografia, si siede sopra una scomoda quanto eccitante sedia di creativo all’agenzia di comunicazione Save As di Milano. Nel gennaio 2004, insieme ai due indispensabili soci, plasma una nuova realtà: Iriden, studio grafico che si tuffa a testa alta nel marasma della creatività pubblicitaria e non solo. Vive ad Arconate.
  Loredana Monico
E’ nata a Treviso nel 1940.
Ha studiato al Normandale College di Bloowington (Minnesota) e ha completato gli studi all’Accademia di Brera. L’esperienza americana è chiaramente visibile nelle sue suggestive opere e la colloca tra gli scultori della macrodimensione a forte estensione sintetica. L’uso di materiali come il legno e le terre di cottura donano ai suoi lavori un aspetto di leggerezza e naturale interazione con l’ambiente. Esegue anche importanti murales per società internazionali. Attualmente vive e lavora a Milano.
  Carlo Montesi
E’ nato a Roma il 10 Aprile 1946.
Si è occupato per vari anni di scenografia e di teatro, nella grande stagione dell’avanguardia sperimentale romana. Approda poi alla pittura, portandovi una “giostra d’arcane maraviglie”. Vive e lavora tra Roma e Todi, eseguendo opere di grande formato e realizzando significative ricerche nella grafica. Oltre alla sua carriera nell’ambito dell’arte e dello spettacolo, è stato docente di illustrazione e grafica all'Istituto Europeo di Design di Roma, direttore del corso della biennale di scenotecnica presso la sede dell'Università di Cagliari e del Laboratorio di scenografia all'Università La Sapienza di Roma nel 2003.
  Vincenzo Ognibene
E’ nato a Termini Imerese (Palermo) nel 1947.
Si è laureato in architettura. Ha diretto la Discoteca universitaria di Palermo e ha suscitato forti iniziative socio-culturali sul territorio siciliano inventando correlazioni tra impegno civile e lirismo creativo. Raffinato grafico, esprime un mondo poetico dove favola e magia si mescolano con profonde radici mitteleuropee affondate nel Mediterraneo, senza tuttavia tralasciare l’aspetto reale e quotidiano delle cose. I suoi soggetti sono infatti spesso fantasmi e visioni, uomini e donne vere e sempre in bilico tra il sogno e la realtà. Vive a Palermo.

pagina personale

Daniele Oppi
(1932 - 2006)
Protagonista e testimone dell’arte e della comunicazione del secondo Novecento. Esordisce in pittura nel 1948, poi, nel 1968, vive ed espone a New York, quindi in Brasile. La sua ricerca pittorica, allergica alle mode, sfocia in un linguaggio e uno stile personalissimo. Intellettuale stimato e infaticabile animatore culturale, crea modelli e prototipi editoriali nella stampa periodica pubblica e nuovi sistemi di pianificazione culturale.
Come pubblicitario ricordiamo solo alcune delle sue invenzioni e campagne: Lambretta, Chicco, Pic indolor, Grappa Bocchino, Libarna, Brooklyn “la gomma del ponte”, "Cynar".
Ha dipinto e scritto alla Cascina del Guado dal 1969. È fondatore del sodalizio di artisti Cooperativa Raccolto, di cui è stato presidente fino al febbraio 2006. Tra i numerosi riconoscimenti, ricordiamo che nel 2002 il Comune di Milano gli ha conferito la Medaglia d'Oro di Benemerenza Civica (Ambrogino d’Oro).
  Francesco Oppi
Cuggiono (MI), 29 settembre 1970. Dopo gli studi al ginnasio Quasimodo di Magenta e al Liceo classico Dante Alighieri diretto dalla famiglia Pollini, collabora con la Cooperativa Italiana Librai prima a Firenze, poi a Varese, nell’organizzazione di incontri e interventi socio-culturali itineranti. Dal 1992, per il RACCOLTO, realizza progetti di comunicazione ed editoriali per privati ed Enti Pubblici. Ha progettato pubblicazioni storico-documentarie, cataloghi d’Arte e strumenti promozionali e ha curato mostre d’Arte, didattiche e storiche. Collabora con alcuni tra i maggiori storici dell’Arte italiani. Come musicista nel 1999 prepara, alla Cascina del Guado, un demotape con Francesco Tricarico. Dal 1996 agisce progettualmente con la Società Umanitaria di Milano di cui cura Il Foglio e le edizioni. Dal 2002 è responsabile di RaccoltoEdizioni. Dal marzo 2006, alla scomparsa di Daniele Oppi (padre, amico e maestro), diviene presidente del RACCOLTO. Dal 2004 è direttore di Inverart, padiglione multidisciplinare d’arte giovane. Critico d’arti visive e letterario, tra il 2007 e il 2010 ha curato e/o coordinato l’edizione di pubblicazioni per il Comune di Milano e per il mondo della cooperazione. E' delegato per la Lombardia dell’International Committee Christopher Columbus e consigliere della Associazione Mozart Italia a Milano unita al Mozarteum di Salisburgo. Vive alla Cascina del Guado a Robecchetto con Induno (MI).
pagina personale
Antonella Parolo
Nata a Gallarate (VA) nel 1956, è laureata in Agraria, Scienze delle Preparazioni Alimentari, con la tesi “Ottimizzazione del processo
di essiccamento dell’uva”. Tesi che, nella surrealtà, sottende ai processi di creatività a cui la Parolo sottopone la poesia interpretandola come “essiccamento” della materia.
Attraverso l’utilizzo di trasparenze e forme nello spazio ha potuto comporre e scomporre la parola come in un gioco tra ciò che è lecito e ciò che non lo è. Autrice di opere delicate e vibranti, realizzate con diversi materiali e tecniche spesso innovative, è anche una visionaria della fotografia.
Tra le personali ricordiamo quelle a Trento e a Capalbio nel 2005.
  Joan Pasqual
Nato a Barcellona (Catalogna) Spagna nel 1953.
La sua formazione ha inizio al Museu Municipal de Badalona - Barcelona: disegno e pittura poi all'Escola d'Arts y Oficis sempre del capoluogo spagnolo: disegno, pittura, disegno grafico e industriale e continua poi alla Escola Leonardo da Vinci - Barcelona con un perfezionamento in disegno a colori e incisione.
A lavorato nello studio del pittore Sanvincens. Ha esposto in Spagna e all'estero.
La sua pittura è stata definita "specchio opalescente del mediterraneo, immagini tra solitudine ed energia". E' membro fondatore dell'associazione di artisti di Premià de Dalt ed è socio del Raccolto dal 1999. Vive e lavora a Premià de Dalt.
  Stefano Pizzi
E’ nato a Pavia nel 1955.
Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Brera, dove insegna. Dal 1974 ha esposto con mostre collettive e personali, in Italia, America Latina e Giappone. Ha inoltre eseguito imponenti installazioni urbane tra cui ricordiamo la Ghigliottina installata sull’Arco della Pace di Milano per il bicentenario della Rivoluzione Francese, e partecipato alle più significative rassegne nazionali. Ironico e ricco colorista del paradosso. Pizzi vive e lavora a Milano e Venezia.
 

Piero Ranaudo
Pietro Ranaudo, nasce ad Avellino nell'anno sessanta, dopo gli studi in Fisioterapia si è laureato in Osteopatia. Già docente presso diverse Università italiane è consulente osteopata del F.C. Inter.
Poeta severo e sensuale, ha pubblicato presso RaccoltoEdizioni la trilogia con testi critici di Gio Ferri: "Tre autunni dopo mi svegliai con il cuore tra le mani" (2004), "Totemmetropolitano" (2006) e "Il vino del millesimo mattino" (2007).
Vive da oltre quarant'anni a Verbania.


vai alla pagina dedicata a Daniela Rancati

Daniela Rancati
Classe 1951, vive e lavora a Milano.
Scultrice e artista a tutto tondo, espone a partire dal 1979. Nel 1997 è invitata ad esporre una personale al Museo Archeologico di Milano.
Numerose personali e collettive negli Stati Uniti, in Cina, in Germania e in Francia amplificano la sua fama di scultrice di qualità. Ha ricevuto numerosi premi nazionali ed internazionali. La ricerca su materiali e forme sfocia anche in applicazioni di design.

  Federica Rettore
E’ nata a Treviso l’11 marzo 1967. Nel 1991 si diploma in ricerche plastiche alla nuova Accademia di Belle Arti con il punteggio “110 e lode”. Espone scultura a Barcellona. E’ art director di importanti ateliers di gioiello ( Casa Damiani, Ivo Misani, Pellini ) curando allestimenti e collezioni personali a Basilea e ai grandi show room europei.
  Giorgio Roggino
È nato nel 1941 a Torino.
Ha iniziato ad incidere nel 1966. È stato titolare della cattedra di Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano.
Fa parte dell’Associazione Incisori Veneti. Sensibilissimo incisore, carica il proprio lavoro di straordinaria energia comunicativa.
Ha partecipato alla X e XI Quadriennale d’Arte di Roma, alla V Biennale di Grafica di Firenze. Ha partecipato a “La città di Brera: due secoli d’incisione” di Milano. È presente nelle tre edizioni del Repertorio degli Incisori Italiani curato dal Gabinetto delle Stampe Antiche e Moderne del Comune di Bagnacavallo. Attualmente lavora tra Milano e Torino dove vive.
  Gemma Romera Jordan
Gemma Romera Jordan nasce nel 1970 a Barcellona in Spagna.
Frequenta la Scuola Canigò di Sant Just Desvern. Nel 1985 entra nella Scuola d’Arte e Artigianato di Barcellona dove studia fino all’anno1989. Nello stesso anno comincia a lavorare come orafa da “Ramòn alta joieria” sotto la scuola di Jordi Lafita.
Dal ‘97 al ‘98 arricchisce la sua esperienza frequentando un corso di smalto a fuoco della “Generalitat de Catalunya”.
Nel marzo del 1999 si trasferisce alla Cascina del Guado dove allestisce un proprio laboratorio. Nel giugno del 2000 prepara una collezione per la Costa Smeralda (Nord Sardegna), nello stesso anno realizza una mostra personale a Cairo Montenotte.
  Giuseppe Rubicco
Giuseppe Rubicco è nato a Venticano (AV), ha frequentato l’istituto d’arte di Avellino. Dall’accademia di Belle Arti Augusto Perez di Napoli, prosegue la sua formazione in quella di Brera a Milano, sotto la guida di Alik Cavaliere. Vive e lavora tra Novara e l’Irpinia. Il 10 settembre 2004 si è aggiudicato il primo premio (assegnato dalla Provincia di Napoli), assieme a Sohelia Dilfanian, per il monumento commemorativo sui fatti dell’“11 settembre”.
  Ugo Sanguineti
È nato a Lavagna (Genova) nel 1940.
Diplomato al Liceo Artistico Barabino di Genova, è da trent’anni presente nelle più importanti rassegne nazionali e internazionali.
Cultore delle tecniche pittoriche tradizionali dipinge a tempera grassa all’uovo, intaglia legno e linoleum, incide a bulino, metallo e pietra.
È presente nel Repertorio degli Incisori Italiani. La sua “pittura d’ombra”
è anche una ricerca rigorosa sulle antiche tematiche della maniera a tempera. Vive e lavora tra Castano Primo (Milano) e Lavagna.
  Giovanni Sesia
E’ nato nel 1955 a Magenta (Milano).
Ha frequentato il liceo artistico e l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano diplomandosi nel 1977 con Domenico Purificato e Raffaele De Grada. Dalla pittura figurativa a carattere prevalentemente espressionista, con forti accentuazioni cromatiche, è ora impegnato in una ricerca timbrica di luce. Ha esposto in numerose gallerie con mostre personali e collettive sia in Italia che all’estero, tra cui quelle alla Fuji Gallery a Takefu e Space 24 a Tokyo. Vive e lavora a Magenta.
  Giorgio Seveso
Nato a San Remo (Imperia) nel 1944. Insieme al fratello Marco, oggi pittore a Torino, si interessa già dalla prima adolescenza alla letteratura, alla poesia e all'arte. Conosce e frequenta Wifredo Lam, Lucio Fontana, Aligi Sassu, José Ortega, Raphael Alberti ecc. Dopo gli studi, compiuti tra Ancona, Torino e Savona, si stabilisce a Milano nel 1969, dove collabora con l’amico Mario De Micheli, critico e storico dell'arte, e dove, da allora, inizia una collaborazione durata oltre vent'anni come critico d'arte al giornale l'Unità.  
Nel 1991 fonda con Daniele Oppi la cooperativa Raccolto.
Appassionato di informatica e telematica è entrato in internet nel 1995 col suo sito personale.
E' iscritto all'albo del giornalisti pubblicisti dal 1974, e collabora a numerosi periodici specializzati e culturali. 
Dal 2005 si occupa - insieme a Raffaele De Grada e alla famiglia Treccani - delle attività del Comitato per la tutela dell'opera di Ernesto Treccani e del costituendo Archivio/catalogo generale della sua opera complessiva.
E' stato tra gli organizzatori della Biennale internazionale d'arte di Ankara, mentre ad agosto del 2008 è stato invitato a Pechino a fare parte della giuria internazionale per l'Olympic Fine Arst Comittee.
  Gudrun Sleiter
E’ nata in Germania, dove ha vissuto sino all'adolescenza.
Si trasferisce a Roma, dove ,nel 1972, si diploma alla Accademia di Belle Arti. Successivamente si specializza in calcografia. Si annoverano sue importanti esposizioni in Italia, germania, USA, Belgio, Francia e Argentina. Pittura forte e rigorosa sempre stemperata da raffinati e sensitivi effetti materici e da grande senso disegnativo.
  Mario Spinella
Nato a Varese il 17 marzo 1918, morto a Milano il 6 aprile 1994.
Si laurea alla Normale di Pisa con una tesi sul Guicciardini. Tra il 1940 e il 1941 è lettore d'italiano all'Università di Heidelberg. Nel 1942 viene mandato sul fronte russo con l'ARMIR. Entra poi nella Resistenza, nelle cui file militerà sino alla Liberazione. In "Memoria della Resistenza", scritto nel 1961, pubblicato nel 1974 da Mondadori, Spinella ripercorre la propria vicenda tra l'estate del 1943, quando si trovava a Brescia reduce dalla campagna di Russia, e l'estate del 1944 quando parteciperà alla liberazione di Firenze, dove rimarrà sino al 1945. E' stato segretario di Palmiro Togliatti, quindi, nel 1948, capo-redattore di Vie Nuove e poi, sino al 1956, dirigente formatore alle Frattocchie. Nel 1957 l'approdo a Milano, dove svolge attività di giornalista e dove comincia un suo defilarsi dallo scenario politico, per un dedicare maggiore impegno nello studio ed alla cultura. Scrive per Rinascita, per Utopia, che dirige dal 1969 al 1971, per il Piccolo Hans, per Alfabeta, che ha contribuito a fondare nel 1979.
Nel 1991, con Daniele Oppi ed altri intellettuali e artisti, fonda il Raccolto. Ha lasciato un romanzo inedito, alla Biblioteca Comunale di Suzzara un Fondo Librario di circa seimila volumi e alla Cooperativa Raccolto la sua personale raccolta di volumi di poesia.
  Michele Stasi
Torino 1964.
Fotografo e animatore culturale. Alterna opere di ricerca pura ad applicazioni concrete nel settore educativo e della comunicazione Socio fondatore del Raccolto, ha collaborato a diverse produzioni video e ad alcuni allestimenti teatrali. Sue opere sono state esposte a Milano, Barcellona ed in diversi comuni dell'hinterland milanese. Attualmente, assieme a Massimo Silvano Galli, organizza programmi di interesse sociale attraverso la promozione della cultura.
  Emilio Tadini
Milano (1927-2002).
Uno dei massimi esponenti della cultura italiana delgli ultimi 50 anni. Laureato in lettere si distingue immediatamente fra le voci più originali e critiche nel dibattito culturale e sociale del secondo dopoguerra. Nel 1947 il suo esordio sul "Politecnico" di Vittorini con un poemetto cui fa seguito un'intensa attività critica e teorica sull'Arte. Pittore colto ed originale è insieme sorprendente scrittore, ricordiamo "La tempesta", vincitrice del Premio Campiello 1994. Sue opere sono state esposte nelle maggiori gallerie e musei di tutto il mondo e, nel 1978, ha partecipato alla Biennale di Venezia. Del 2001 l'antologica a Palazzo Reale di Milano.
 pagina personale
Fabrizio Tampellini
Classe 1976. Nel 2003 partecipa ad un corso di fotografia della famiglia legnanese. Oltre ad avere appreso le nozioni tecniche di base ha imparato ad apprezzare la fotografia come straordinaria forma espressiva.
Utilizza tutte le tecnologie a disposizione: dalle più moderne alle più tradizionali. Per le foto in bianco e nero, effettua di persona tutto il processo che parte dallo sviluppo del negativo, fino alla stampa in camera oscura di tutte le fotografie. Ha partecipato a diverse collettive: "Pollution", "Inverart", "Linee tra due punti", "Quattro sguardi sul mondo... e il tempo".
Vive e lavora a Malvaglio (MI)
  Ernesto Treccani
(1920 - 2009).
Studia ingegneria al Politecnico di Milano, stringe amicizia con Birolli, De Grada, Morosini, Cassinari, Morlotti, Sassu, Badoti, Migneco, Guttuso, De Micheli ed altri entrando a far parte del movimento artistico-culturale d'avanguardia. Nel 1938 da vita a "Vita Giovanile" che, più tardi, diverrà la "Fondazione Corrente". Pittore istintivo, dotato ed emozionante è protagonista della pittura contemporanea. Vivacissimo intellettuale è sempre generoso nel suo impegno civile. Ha realizzato mostre in tutto il mondo. E' scomparso il 27 novenbre del 2009. Restano le sue opere a restituire una tra le più originali e intense voci artistiche del '900.
  Sabino Ventura
Nasce a Trani nel 1935.
Pittore, scultore, ceramista, ha lavorato per anni nel mondo della pubblicità. Vive e lavora nel suo bellissimo "Spazioventura" sul Naviglio a Milano. Sue opere sono state esposte nelle maggiori città italiane ed europee, oltre che in Giappone dove il suo lavoro è ancor più apprezzato. Ha realizzato, fra le altre cose, originali strumenti musicali di vetro. Organizzatore e suscitatore di interventi artistici e performances in Italia e all'estero.
  Giorgio Venturino
Nato ad Albisola Marina nel 1942.
Scultore e ceramista, ha un gusto spiccato per la sperimentazione, con tecniche e materiali personalmente elaborati, soprattutto nell’ambito
della ceramica artistica. Una straordinaria creatività ed una consumata esperienza nell’uso delle tecniche e dei materiali, sono i segreti della sua arte. Dal 1973 ad oggi ha esposto in moltissime personali e rassegne in Italia e all’estero, ottenendo premi e riconoscimenti.
Segnaliamo, tra le ultime, nel 2004 la mostra al Museo Sanbao a Jingdezhen in Cina.
  Marco Viggi
E' nato a Bologna nel 1928.
Si diploma nella città natale al Liceo Artistico, frequenta poi la Facoltà di architettura a Firenze. Allievo di Morandi e Minguzzi, dal 1953 al 1970 alterna alla pittura esperienze diverse che lo vedono: campione di lotta, minatore, guida alpina, progettista e costruttore di dighe, esploratore sulle Ande, nell'Amazzonia, in Centr'Africa ed in Estremo Oriente. Ha tenuto numerose mostre personali e collettive in Italia e all'estero. Oggi vive e lavora a Milano.
  Vincenzo Vinotti
Nato a Finale Ligure nel 1946.
È un maestro completo che ha conseguito riconoscimenti nazionali ed internazionali: in Finalborgo (SV) produce ceramiche di pregio. Troviamo nella sua produzione la serie dei tarocchi, gli scacchi, i presepi e i piatti delle stagioni. Le sue creazioni sono da anni diffuse in tutto il territorio nazionale.
Realizza tutta la produzione rigorosamente a mano, sia per quanto concerne le forme che per la colorazione. Nel 2005 Vinotti ha visitato il Medioevo e lo ha servito al Pozzo delle Arti di Capalbio in magici piatti (diametro ca. 41 cm.) in terraglia bianca vicentina, lavorati a tornio bascula, disegno e colori a terzo fuoco.
  Giuliano Zosi
Ha studiato composizione con Roberto Lupi, si è poi perfezionato con Goffredo Petrassi all’Accademia di S.Cecilia, ha inoltre studiato con Luigi Dallapiccola, Franco Donatoni e Giorgy Ligeti. Nel 1974 ha vinto il premio Oscar Esplà (Spagna) di composizione sinfonica con il lavoro "Ritratto di Gregor Samsa". È tra i fondatori del Gruppo Rinnovamento Musicale a Roma (1968), del Duo Nuovo Dada (1970), del Gruppo Suono Giallo a Milano (1979-80) e del gruppo interdisciplinare Dee zee bee a Milano (1991) ed è tra i redattori della Rivista Kiliagono, (Milano 1992).
È il realizzatore del Convegno Nazionale Interdisciplinare a Milano nel 1992 alla Galleria Noa. È tra i fondatori della cooperativa "Raccolto", gruppo interdisciplinare italiano. Sempre nel 1993 viene eseguita una sua opera presso la sala del Conservatorio di S.Cecilia di Roma. Ha scritto un'opera elettroacustica ispirata alla Resistenza Internazionale Demain Encore. Compone l'opera lirica Giordano Bruno.
Realizza La Scuola di Atene un'opera per pianoforte e computer in collaborazione con Danilo Premoli e Marco Maiocchi. Dal 1976 è professore di Composizione al Conservatorio di Milano dalla parte dell'ala sperimentale formando allievi già noti a livello internazionale.
  Andrea Zucchini
Nasce nel 1973, suona la chitarra dall’età di o
tto anni, si diploma al Conservatorio di Parma nel 1993. La passione per il flamenco lo porta a sviluppare un suono sempre più distante dall’estetica classica.
Compone proprie musiche, inserendole nei programmi dei concerti, utilizza una chitarra flamenco e opere di grandi chitarristi come Paco de Lucia e Sabicas, affiancandovi elementi di jazz.
Ha tenuto un centinaio di concerti in oltre quaranta città: tra i luoghi più significativi Milano (Teatro delle Erbe per la Società dei Concerti, Camera del Lavoro, Cinema Orizzonte, Il Chiostro), SedrianoArt, Cremona, Monza, Pistoia, Erba, Legnano, Bollate….
Ha eseguito il “Concierto de Aranjuez” al Teatro Lirico di Magenta, e il suo concerto “Suerte y Final” è stato tra le manifestazioni per il Concorso “Benvenuto Terzi” di Clusone nel 1999.
Ha ricevuto importanti riconoscimenti in concorsi internazionali.
Continua il suo cammino con una chitarra Hermanos Conde.
 
 
Erasmo da Rotterdam
testimonial della pagina
e sponsor...

                   
Guadando Web
home del Raccolto